Le buone vendite di thin client dell’anno scorso si riflettono in una flessione del primo trimestre 2015, ma la previsione per l’anno è comunque di crescita

Nella regione EMEA il mercato dei thin client ha registrato una marcata contrazione nel primo trimestre 2015: secondo i dati IDC tra gennaio e marzo ne sono state vendute 438 mila unità, una cifra che rappresenta anno su anno una flessione del 10,2 percento. Si tratta però di un fenomeno che potremmo paragonare a un rimbalzo tecnico: nel corso del 2014 il pensionamento di Windows XP ha spinto molte aziende ad acquistare versioni più moderne dei thin client già installati, motivo per cui le cifre di questi mesi sono inevitabilmente al ribasso. Entro fine anno, spiega IDC, questo meccanismo dovrebbe essere ammortizzato e il mercato dei thin client ritornerà ai suoi normali tassi di crescita a lungo termine.



L'andamento del mercato thin client secondo IDC
L’andamento del mercato thin client secondo IDC

L’andamento del settore non è omogeneo in tutta la regione EMEA. In Europa Occidentale la contrazione appare più marcata (-13,3 percento) ma restano evidenti i fattori che spingono la domanda di thin client a crescere nel lungo termine, come la virtualizzazione o il passaggio dai PC ai thin client. Per questo il 2015 dovrebbe chiudersi con una crescita a singola cifra percentuale.

Anche nell’Europa centrale e orientale il declino del mercato thin client è superiore alla media EMEA: è stato del 16,3 percento anno su anno, in linea con le previsioni che vedevano la crescita in Europa centrale superata in negativo dalle mancate vendite in Russia e Ucraina. L’Africa ha fatto invece segnare una crescita grazie ai buoni risultati del Sudafrica e del Marocco. Il Medio Oriente ha evidenziato risultati contrastanti. Nel complesso il mercato cosiddetto CEMA (Central and Eastern Europe, Middle East and Africa) resterà secondo IDC volatile per tutto il 2015.


source: techweekeurope